NATASCIA e la sua storia...



Mi chiamo Natascia e sono affetta da dolore cronico neuropatico , artrite reumatoide, spondiloartrite achilosante , neuropoatia degenerativa ,il mio calvario inizia nel 1997 dopo un incidente stradale e la rottura di una spalla , fatto il primo intervento dove mi sono state inserite viti al nichel che hanno fatto rigetto, dopo 3 mesi con il secondo intervento ho preso stafilococco ed epatite c prese in sala operatoria x farla in breve ho subito 13 interventitra questi un innesto osseo po è stato un susseguirsi di rotture dei tendini del capolungo del bicipite [dovrei fare la protesi ].Nel 2003 insorgono dolori che dopovari ricoveri ed esami mi viene diagnosticata l artrite reumatoide e spondiloartrite ecc..inizio con vari farmaci che all inizio davano beneficiopoi sempre meno . Nel 2009 mi rivolgo al centro della terapia del dolore in una clinica privata convenzionata dove mi viene diagnosticata una radicolopatia sensitiva e c.r.p.s.[sindrome regionale complessa ]in quadrodi dolore cronico, braccio edematoso, mobilita scarsa, allodina profonda alla spalla ed avambraccio, disestesia tattilee ipoestesia termica e dolorificacon fenomeno della sommazionetemporale positivocon sudorazione rispetto al controlaterale, si decide di posizionare pacemacker che 2009 al 2017 si è sposizionato 5 volte x cervicalgia e artrosi cervico dorsale , dopo vari tentativi infiltrativi con scarso beneficioinizio terapia con oppiacei e idromorfoniche oltre a nn dare beneficio mi danno effetti colllaterali notevoli, a giugno 2017 decidono di intraprendere la strada con la cannabis terapeutica che x testare i benefici mi sono sempe pagata di tasca mia , nel giro di 1 mese ho iniziato a toglieregli oppiacei e morfina , a settembre mi sono rivolta al centro della terapia del dolore della mia asl x poterla avere a carico del ssn[come consigliato dal mio medico visto le patologie entro a carico del ssn ].Da settembre a oggi dalla farmacia ospedaliera nn ho ancora avuto il farmaco [bedrocan ]che aveva iniziato a farmi rivivere una vita normale .Queta è la mia storia , spero che i nostri politici nn ci facciano piu vivere momenti come quelli che stiamo vivendo noi pazienti con dolori e sofferenze.


66 visualizzazioni