Sindrome da anoressia-cachessia

La sindrome da anoressia-cachessia viene definita come perdita di peso progressiva caratterizzata da una perdita di appetito, perdita di muscolo scheletrico e ridotto tessuto adiposo. Questa sindrome è comune nei pazienti affetti da cancro (CACS) e i trattamenti attuali sono carenti di efficacia. La cannabis ( #THC ) può stimolare l'appetito, diminuire la nausea e il vomito e migliorare la qualità della vita nei pazienti oncologici. I ricercatori hanno fatto uno studio pilota volto a valutare l'effetto delle capsule controllate dal dosaggio di cannabis sul CACS e, più specificamente, sulle variazioni di peso nei pazienti oncologici avanzati. Gli attuali risultati preliminari hanno mostrato un aumento di peso del 10% per 3 pazienti (50% di quei pazienti che hanno completato lo studio). I restanti pazienti avevano pesi stabili. Tutti i pazienti che sono stati coinvolti nello studio per 4,5 mesi hanno riferito un aumento dell'appetito, così come 83% dei pazienti che hanno completato lo studio. Per il 50% dei pazienti che hanno completato lo studio, ci sono stati rapporti di riduzione del dolore e miglioramento del sonno. Ulteriori risultati hanno mostrato una significativa diminuzione delle problematiche di perdita di appetito tra 83% dei pazienti che hanno completato lo studio. Nonostante i limiti di questo studio pilota, fornisce un ulteriore incentivo nella ricerca di dosi/combinazioni/metodi ottimali di assunzione di preparati cannabinoidi per il CACS.


Grazie al dottor Gregor Zorn per l'articolo

51 visualizzazioni