SINDROME DI DRAVET E CANNABINOIDI



Esistono milioni di processi biologici, nonostante i progressi della scienza, alcuni processi generano ancora confusione a causa dei misteri che li circondano. L'epilessia e altre malattie neuronali sono malattie che non sappiamo come trattare. L'epilessia può colpire chiunque e le persone che ne soffrono e i loro parenti si chiederanno sempre che esiste una cura? Prima di rispondere a questa domanda, dobbiamo informarci sull'origine di questa malattia e su quale meccanismo scatena le convulsioni.

In elettrofisiologia, vengono studiati il ​​comportamento neuronale e il suo stato elettrico. È persino possibile trasmettere la tensione dei neuroni all'audio per indagare e comprendere la loro fase attraverso un elettrodo. Grazie a questi studi sappiamo che esistono due tipi di neuroni, eccitatori e inibitori. Tutti i neuroni producono potenziali molto veloci chiamati potenziali d'azione. Queste piccole scintille elettriche causano la produzione di una sostanza chimica chiamata neurotrasmettitore. Quando hai un neurone eccitatorio che produce una scintilla o un potenziale d'azione, provoca l'output del neurotrasmettitore che eccita parti specifiche del cervello. Anche i neuroni inibitori producono questi rapidi cambiamenti elettrici ma rilasciano il neurotrasmettitore inibitorio che smorza l'attività cerebrale.

Questi costanti cambiamenti, alti e bassi nel cervello, codificano la percezione delle nostre emozioni e memorie, così come le nostre funzioni motorie formate dalle interazioni tra reti inibitorie ed eccitatorie. Ma ovviamente, non tutto nel cervello è normale. Sfortunatamente, alcuni cervelli hanno disturbi neurologici in cui le oscillazioni non sono sincronizzate.

All'interno dei disturbi neurologici, abbiamo l'epilessia. L'epilessia è una disfunzione dei ritmi cerebrali e un'anomala attività neuronale. Studiando questa attività anomala, osserviamo diverse sindromi di epilessia basate sull'attività elettrica. Durante un attacco, le oscillazioni dei neuroni perdono la sincronizzazione e smettono di apparire normalmente. Producono una trasmissione costante e forte simile a un grido, che li esaurisce e può causare la morte neuronale. Le cellule sono dirottate da questa patologia e quindi iniziano a suonare con ritmi sbagliati.

Quando i neurologi hanno studiato il comportamento neuronale, è stato scoperto che i neuroni che producono questo tipo di disturbo non sono neuroni eccitatori ma neuroni inibitori, che è una condizione anormale che produce una grande e costante quantità di lampi. Dopo un po ', i neuroni inibitori smetteranno di produrre lampi a causa dell'esaurimento e dell'usura sullo stesso neurone. In altre parole, quando le cellule eccitatorie producono un'enorme quantità di attività, si diffonde attraverso il cervello e provoca il sequestro, causando danni al cervello.

Attualmente sono noti circa 40 tipi di epilessia. Uno di questi è la sindrome di Davret, una forma di epilessia che di solito si verifica nei bambini di un anno. Lo sviluppo intellettuale inizia a deteriorarsi intorno ai 2 anni e i bambini colpiti spesso non hanno coordinazione, hanno scarso sviluppo del linguaggio, iperattività e difficoltà relative agli altri. È disastroso perché i bambini colpiti possono avere più di cento convulsioni incontrollabili a settimana e in molti casi non possono essere curati. Davret non consente loro di crescere correttamente. A causa dell'enorme numero di convulsioni, non consente ai loro cervelli di elaborare altre attività, come la crescita. È catastrofico poiché circa il 20% di questi bambini muore.

Può essere sorprendente che questi bambini, insieme a molti altri che soffrono di autismo, Asperger, cancro e altro, utilizzino estratti di cannabis per controllare le loro condizioni e migliorare la loro vita. L'uso di marijuana medica provoca diverse emozioni e reazioni nelle persone, ma secondo diverse pubblicazioni mediche e scientifiche, la cannabis ha effetti medicinali su più malattie.

Ci sono medicine sintetiche che hanno componenti di cannabis e recentemente c'è stato un aumento nell'uso di questi estratti. Ancora più importante, nella seconda metà del XX secolo, fu scoperto il sistema endocannabinoide. Il sistema endocannabinoide è costituito da sostanze chimiche chiamate endocannabinoidi che sono prodotte naturalmente e hanno due tipi di recettori, CB1 e CB2, che sono distribuiti nei nostri corpi. I recettori endocannabinoidi 1 dominano l'area del cervello e causano l'effetto psicoattivo e i recettori endocannabinoidi 2 sono distribuiti principalmente nella periferia e aiutano il sistema immunitario.

I bambini con sindrome di Davret controllano i loro attacchi con cannabis poiché è stato dimostrato che contiene cannabinoidi e terpeni che hanno proprietà medicinali; tuttavia, a causa della stigmatizzazione del THC, è stato consigliato di curare i bambini solo con estratti di CBD, anche se è noto che potrebbe avere risultati migliori se l'intera pianta viene consumata.

Per capire un po 'meglio questo concetto, tranne nel 10% dei casi, il THC è stato confermato come anticonvulsivante e ha altri benefici farmacologici che sono stati documentati. Il THC è collegato al recettore CB1 nella causa cerebrale e nell'effetto psicoattivo. D'altra parte, il cannabidiolo è il secondo cannabinoide più diffuso nella pianta e ha anche molti benefici medicinali; tuttavia, non è collegato al recettore CB1.

Possiamo aiutare questi bambini con questa pianta. Possiamo capire meglio la loro malattia e possiamo migliorare la loro vita. Invitiamo tutti i lettori ad approfondire la loro conoscenza di queste malattie. È tempo di fermare lo stigma della cannabis e iniziare a cercare modi alternativi per ridurre i disturbi neurologici e curarli. www.pharmacologyunvieristy.com

7 visualizzazioni