Sindrome di Ehlers-Danlos: La lotta di Nicole contro i dolori e la NPF


Ho quasi 33 anni ed i medici hanno iniziato a prescrivermi "terapie" fin da bambina.

Terapie che non ho mai proseguito per più di poche settimane, perché non le tolleravo o non trovavo nessun giovamento.

Le mie patologie sono le seguenti: Sindrome di Ehlers-Danlos ( una connettivopatia genetica ereditaria) , che mi ha causato neuropatia delle piccole fibre, Pots, sindrome fibromialgica.

L'unico farmaco che mi ha aiutata è stato un oppiaceo: non tanto per i dolori quanto per la sua capacità di togliermi l'astenia cronica e permettermi di essere più attiva.

Dopo 20 anni di tentativi, ho trovato quell'Angelo che è il Dottor Lorenzo Calvi... Che mi ha permesso di entrare nel mondo della cannabis terapeutica.

È stato fin da subito un sollievo.

Ho sempre sopportato vari tipi di dolori: neuropatico,muscolare, articolare per via della lassita', artrosico ecc.

Sopportare dolori ovunque per quasi 30 anni,senza mai avere una pausa, ti logora.

Fin dalla prima assunzione dell'olio ho iniziato ad avere tregua.

Cosa non da tutti,perché per molti pazienti ci vogliono settimane prima che i principi attivi facciano il loro lavoro.

Oltre a questo, sono scomparsi il reflusso e la gastrite cronici.

L'umore migliora molto, rispetto a quando prendevo solo l'oppiaceo ( che invece mi dava forte nervosismo) ... E la cannabis mi sta permettendo addirittura di scalarlo dopo diversi anni di assunzione ed una ovvia dipendenza. Sono già a buon punto e mi sono prefissata di eliminarlo totalmente entro fine anno.

Inoltre mi permette di dormire bene...e non avrei mai pensato di poterlo fare.

Sembrerà strano,ma dopo diversi mesi di assunzione ho notato che dimagrisco più facilmente: evidentemente sta agendo anche sul mio metabolismo comatoso.

Effetti collaterali? Quando prendevo solo Bedrocan avevo stanchezza e tachicardia ..ma ora che ho aggiunto il Bedrolite non ci sono più nemmeno quelli.

Ho solo effetti benefici. Ho trovato la mia combinazione ideale.

Un grazie a questa pianta fantastica... E a Medici ricercatori come il dottor Calvi, che oltre ad una grandissima umanità, sono Medici degni di questo nome,veramente preziosi per tutti noi.

Chi la denigra, o riduce il suo potere al solo effetto drogante, è semplicemente un grande ignorante.

124 visualizzazioni